Architè! Che fa, si commuove?

Sapete cos’è che mi commuove più di tutto in questo mestiere di architetto?
Vedere un opera che nasce , cresce, viene inaugurata e vissuta.

Immaginare che un giorno su quel massetto sporco e gelido, proprio lì, qualcuno riderà piangerà griderà salterà.

Architè! Ma che, solo architè?

Romanticherie a parte, c’è una cosa che va gridata a gran voce:
l’architetto architetto non fa solo l’architetto.

Che so…
…il pensatore di Indietro Tutta (vecchio programma di Renzo Arbore), Giovanni Rebecchini? Stimato architetto romano.

Architè! Ma lei, è formata?

Professionalmente parlando, ovvio.

Mesi e mesi di riflessione su questo argomento, che vado ad esporre in parole semplici.
Entro il 31 dicembre gli architetti, quasi* di ogni ordine e grado, devono acquisire 15 crediti formativi.

Architè is back. Again. Bis.

Siamo qui, tutti riuniti, per procedere oggi con l’Album dei ricordi- Parte seconda. Ed ultima.

Estate 2014 – Parte seconda

La seconda parte della mia estate (la prima era questa) si è svolta in un tête-à-tête tra me e mio figlio.

Architè – update!

Si, lo so, latito…
Latito come blogger, latito come madre, e latito pure come moglie.
Quest’ultima latitanza è un po’ un concorso di colpa, essendo sposata con un assente per antonomasia.
Ma le altre due… Cavolo, quanto mi pesano!