Architè! Mò pure professore’?

Fatto. Sono andata (qui). E ho combinato il guaio.
Già, proprio Il Guaio.
Nel senso che ho scoperto di essere parecchio inguaiata, io di mio.

Loro, erano lì. Seduti e desiderosi di apprendere.
Io anche, desiderosa di parlare di cosa significhi essere un architetto.
Ho cominciato mostrando loro un video sulla realizzazione del Bosco Verticale di Boeri.
Loro erano affascinati, io ero fiera di ciò che questo mestiere possa trasmettere.
Alla fine del video, toccava a me sciogliere il ghiaccio.
E, niente, il fattaccio accadeva. Il Guaio.
Dovevo aprire bocca per dire qualcosa, qualsiasi cosa, ma non un suono usciva dalla mia bocca: un groppo alla gola mi impediva di parlare.
Architè, ma che fa, me se commuove?
Ebbene si.
Commossa nello scoprire ancora una volta che razza di miracolo è ‘sto maledetto mestiere dell’architetto. Commossa nel vedere l’ammirazione negli occhi di questi ragazzi. Commossa nel vederli così curiosi di sapere di più. Commossa nell’intuire la loro fascinazione.
Come ne sono uscita? Con un ‘Ci sono domande?’!
La commozione mi è poi passata del tutto quando una giovane biondina dall’aria intelligente ha asserito che, secondo lei, sarebbe stato meglio lasciare gli alberi nel bosco e trovare un’altra soluzione per vincere un premio figo con un edificio figo. Tiè.

Un bilancio di questa esperienza?
È impossibile nascondere la passione che mi ha spinta fino a qui. Ed è anche impossibile riassumerla in un discorso di poco più di un’ora.

Ah. Ora potrete anche chiamarmi professore’, da pronunciarsi con l’accento sulla E per i non romani!

9 pensieri su “Architè! Mò pure professore’?

  1. newwhitebear dice:

    Hai cambiato mestiere? Da architetto a professore?
    Emozioni e sensazioni. Parlare in pubblico non è mai facile, specialmente quando uditorio è composto da giovani.

  2. newwhitebear dice:

    Hai cambiato mestiere? Da architetto a professore?
    Emozioni e sensazioni. Parlare in pubblico non è mai facile, specialmente quando uditorio è composto da giovani.

  3. newwhitebear dice:

    Hai cambiato mestiere? Da architetto a professore?
    Emozioni e sensazioni. Parlare in pubblico non è mai facile, specialmente quando uditorio è composto da giovani.

      • kOoLiNuS dice:

        La biondina ha detto una sciocchezza… se uno “deve” costruire in un dato luogo l’albero lo deve tagliare, quindi premiare una persona che trova la soluzione tecnico-estetica pi9ù adatta per fare convivere l’uomo E la pianta è da premiare.

        Se invece in quel luogo non c’era da costruire, nessuno si sarebbe curato dell’albero.

        Francamente stavo per commentare proprio su quanto il commento fosse sciocco, in contrasto con “l’aria intelligente”…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *