I lunedì dell’architettura va a scuola!

Auditorium, Renzo Piano

Ragazzi, qui si torna a scuola: I lunedì dell’architettura sale in cattedra!!

Mi è stato chiesto di tenere una lezione a ragazzini in piena fase pre-adolescenziale riguardo al significato di questa professione di architetto. Vogliono sapere perché si scelga di diventare architetti, quanta fatica ci voglia, e, soprattutto, cosa significhi essere un architetto.
Inutile dire che Le so tutte!
Ho pensato di raccontare loro quale sia il ruolo dell’architetto nella nostra società di oggi. E, già che ci sono, ho pensato anche di parlarne  qui, con voi, in anteprima (loro li incontrerò domani, martedì).

Cosa ne pensate? Secondo voi quale è il ruolo dell’architetto?
Secondo me, è quello di influenzare l’ambiente circostante in modo da rendere l’esistenza di ognuno di noi più piacevole.
Che sia una splendida costruzione o un edificio perfettamente funzionante, per me il bello e il performante devono sempre viaggiare insieme. Quindi, non può esistere un edificio solo bello: sarebbe il fallimento della vera funzione dell’architettura.

Ara Pacis, Richard Meier

Ara Pacis, Richard Meier

Ara Pacis, Richard Meier

Pensiamo a cos’è che ci fa emozionare oggi.
Guardiamoci intorno… penso a qualcosa di romano… magari il mio luogo preferito: l’Ara Pacis di Richard Meier. Frequentata da migliaia di persone al giorno, riesce a fare dimenticare l’adiacente e rumorosissimo Lungotevere grazie alla fontana e alla bellissima piazza antistante: un luogo magico, dove il sole la fa sempre da padrone.
E poi, che so… l’auditorium di Renzo Piano? Mamma mia, quanto è stato criticato durante la realizzazione! Ed ora, è lì, tra i migliori esempi mondiali per acustica e fruibilità delle sale, con le sue costruzioni a forma di scarabeo che lo individuano in maniera inequivocabile.

San Pietro
Per non parlare di Piazza San Pietro del Bernini. Quasi da commozione.
E non venitemi a dire che fanno emozionare solo me, non ci crederei!

Invece, ricordate qualcosa che non vi fa emozionare? No, vero?
Ricordate di aver visto un fabbricato veramente brutto, Corviale a parte? No, vero?

Grazieaddio non vi ha colpiti a tal punto da rimanere indelebile nella vostra mente, così come ha invece sicuramente fatto un edificio, ma anche un appartamento o un ristorante, o perfino un comodo divano, progettati pensando a chi ne avrebbe goduto.

Ecco. Ruolo dell’architetto individuato e confermato: l’architetto cambia il mondo in meglio!

Ah. Le immagini sono proprio quelle che mostrerò loro, sperando di non farli entusiasmare troppo a ‘sto mestiere che è sempre più una passione e sempre meno un lavoro.
Disse la responsabile marketing…

Credits: Richard Meier website, Renzo Piano website, Corviale website, qui.

13 pensieri su “I lunedì dell’architettura va a scuola!

  1. Sarab dice:

    Sono molto d’accordo con te, il bello deve essere progettato, così come il funzionale.
    E devono accompagnarsi armoniosamente, perchè capita spesso nella professione di trovare chi si occupa solo della “direzione artistica” e demanda agli altri la parte di performance!

  2. Sarab dice:

    Sono molto d’accordo con te, il bello deve essere progettato, così come il funzionale.
    E devono accompagnarsi armoniosamente, perchè capita spesso nella professione di trovare chi si occupa solo della “direzione artistica” e demanda agli altri la parte di performance!

  3. aleka dice:

    Io aggiungerei che l’architetto non è un’artista ma un “costruttore” di spazi funzionali, vivibili e godibili. L’arte è autoreferenziale, l’architettura non lo dovrebbe essere mai!!!
    E ancora, un mediatore fra aspirazioni (le proprie e quelle della committenza) e ragioni socio-economiche.
    Hai avuto un compito piuttosto arduo…In bocca al lupo!

  4. aleka dice:

    Io aggiungerei che l’architetto non è un’artista ma un “costruttore” di spazi funzionali, vivibili e godibili. L’arte è autoreferenziale, l’architettura non lo dovrebbe essere mai!!!
    E ancora, un mediatore fra aspirazioni (le proprie e quelle della committenza) e ragioni socio-economiche.
    Hai avuto un compito piuttosto arduo…In bocca al lupo!

  5. Elena dice:

    Ti faranno così tante belle domande che ….non sarà poi così facile “spiegare” il ruolo del creatore architetto! In bocca al lupo!

  6. Elena dice:

    Ti faranno così tante belle domande che ….non sarà poi così facile “spiegare” il ruolo del creatore architetto! In bocca al lupo!

  7. newwhitebear dice:

    Progettare qualcosa che riesca emozionare la vista di un osservatore. L’architetto non assembla il bello ma lo crea interpretando contesto e comittente.
    In bocca al lupo per domani!

  8. newwhitebear dice:

    Progettare qualcosa che riesca emozionare la vista di un osservatore. L’architetto non assembla il bello ma lo crea interpretando contesto e comittente.
    In bocca al lupo per domani!

  9. Pingback: Architè! Mò pure professore’? | ARCHIDIPITY

  10. Pingback: Architè! Mò pure professore’? | ARCHIDIPITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *