Peekaboo, Fendi e Zaha Hadid.

Una delle mie it-bag preferite e la più famosa archistar donna riunite da Fendi per un evento benefico.
What else? (cit.!)

La Peekaboo è ormai un’icona di stile per tutte le appassionate. E lo è anche per chi, come me, bada molto alla comodità e poco poco meno all’estetica.
E’ indiscutibilmente una bella borsa, caratterizzata dalla perfetta manifattura italiana e da un design che la rendono unica.
Attualmente realizzata in tre diverse dimensioni, la sua peculiarità è quella di poter essere lasciata aperta, rivelando così un interno prezioso quanto l’esterno.

…mammma mia, quanto è bella…

In occasione della recente apertura di un nuovo flagship store londinese, Fendi ha pensato di riunire le solite celebrities e socialites in un progetto benefico che le ha viste disegnare una loro Peekaboo da mettere all’asta. Di ognuna ne verranno realizzati due esemplari: uno rimarrà alla VIP, e l’altro verrà consegnato al miglior offerente.
In questo gruppo di donne iconiche, c’è una outsider: Zaha Hadid.
Iconica anche lei, figuriamoci. Ma magari più dedita al costruire che all’apparire…

La sua borsa è costituita da strati di pelle nera sovrapposti. Questi strati avvolgono la base della borsa, salendo a coprirne i lati, quasi fossero le pagine di un libro. L’interno è rivestito in pelle color petrolio.
Eccola qua…

 

ZAHA HADID WITH FENDI_1 ZAHA HADID WITH FENDI_2 ZAHA HADID WITH FENDI_3

Si… carina…
Ma ora la questione è: Chi spenderebbe almeno 18.000 sterline (valore odierno dell’asta) per acquistare una borsa che non assomiglia neanche un po’ al modello originario???
E non vorrei sembrare irriverente, eh!

Credits: Dezeen and Fendi websites.

Un pensiero su “Peekaboo, Fendi e Zaha Hadid.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *