Giorgetto Giugiaro | 1

Alfa Romeo, Giugiaro

Ma se dico Giugiaro, cosa vi viene in mente?

Alfa Romeo, Giugiaro

Automobili? Biciclette? Telefoni? Bottiglie? Valigie? Tavoli? Pneumatici?
Ebbene, Giorgetto Giugiaro è tutto questo ed anche di più. Ma talmente tanto di più da essere imbarazzante la quantità di design che è uscita dalla sua penna (o matita…).
Incominciò a lavorare al Centro Stile FIAT a diciassette anni, a ventuno divenne capo del Centro Stile Bertone, e a soli ventinove anni fondò la sua prima società.
Compasso d’Oro nel 1980 con la FIAT Panda, e di nuovo nel 1984 ancora per il design di un’automobile.

Ok, ma io non credo che vi rendiate conto dell’entità: io non ho fatto che esclamare Ma dai, anche questo è suo? per tutta la durata di questa mia ricerca!

Incominciamo con le automobili. E magari partiamo dalle più recenti…

La Mini Cabrio del 2009, la Mini Clubman del 2007 (che da poco giace nel mio garage!!!) e la Mini del 2006.

Nel 2005, la Grande Punto e la Croma FIAT, la 159 e la splendida Brera Alfa Romeo.

La Maserati MC12 del 2004, la Lamborghini Gallardo del 2002, e la Maserati Spider 4200 del 2001.

La Matiz Daewoo del 1998 e ancora  la Punto del 1993.

Le Seat Cordoba, Ibiza, Toledo dei primi anni ’90.

Le Renault 19 e 21 della fine degli anni ’80.

La mitica Panda o la Uno dei primi anni ’80? Sue. La primissima Golf del 1974? Anche.

E concludiamo con la fantastica Alfasud Alfa Romeo del 1971.

Capito di cosa stiamo parlando?
E ce n’è ancora così tanto che devo necessariamente rimandare ad una seconda puntata, pena il rischio di noia inopportuna!
See you next week!!!

Credits: Italdesign website

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *