Zaha Hadid, il mio mistero

Zaha Hadid, l’archistar irachena vincitrice di migliaia di premi, è il Mio Mistero.
Io rimango sbalordita di fronte alle sue opere: l’architetto estremamente razionale che abita il mio corpo non riesce proprio a capirle!
Sono affascinata dal risultato, ma non riesco ad immaginare nemmeno lontanamente quale sia la genesi creativa che porta a tante bellezze.

Zaha Hadid: Ritratto a 8 bit by Federico Babina
Zaha Hadid: Ritratto a 8 bit by Federico Babina

La mia formazione si è fondata sulle maglie di pilastri, che poi potevano anche diventare maglie di altre cose. Ma sempre elementi regolari restavano.
Ora, guardare le architetture di Zaha Hadid mi confonde, e mina tutte le basi sulle quali ho costruito la mia identità di architetto.
Immagino la libertà in cui la sua mente si muova. Nella sua testa non ci sono paletti (e neanche pilastri!), né limiti o regole.
Per lei tutto è permesso. Tutto ciò che fino a pochi anni fa poteva sembrare anche staticamente irrealizzabile, ora è lì, davanti ai nostri occhi o sotto ai nostri piedi.
Indubbiamente è brava, così come lo sono anche tutti i suoi collaboratori. Capaci di seguire le sue direttive e di realizzare opere in linea con lo stile dell’architetto. Io non riuscirei nemmeno a fare i disegni… non ho mai imparato a disegnare delle curve!!!
Io sono di quelli che, se non hanno tanti spigoli appuntiti, non capiscono più nulla!

Insomma, profonda ammirazione, la mia.
Le sue realizzazioni più recenti denotano una sofisticata ricerca in continua crescita. E la mia speranza di riuscire a contenere e comprendere si fa sempre più esigua.
Molti lavori anche in Italia, ma, diciamocelo, chi glielo fa fare? Gli anni passano ed i progetti rimangono bloccati in attesa di non si sa bene che cosa. Giusto il Maxxi siamo riusciti a portare a casa!!!!

Queste le sue architetture.
E poi il design…

E se, infine, confessassi di non essere nemmeno in grado di comprendere come si naviga nel suo sito web???

Credits: designboom.com

13 pensieri su “Zaha Hadid, il mio mistero

  1. idtips dice:

    …potenza del genio e dei sistemi BIM che stanno bussando alla porta. Proprio ora che avevo carpito tutti i segreti di Autocad! Uff…Ansia.

  2. newwhitebear dice:

    Non sai navifare il suo sito? Ti rimandiamo a scuola, anzi a settembre.
    Dalle foto riesce a trasformare una materia inerte in qualcosa che pare muoveri come l’edificio a forma di nave o Hadid Afragola station che pare una lingua di un ghiacciaio in movimento.

  3. Pingback: Zaha Hadid, ancora tu… – ARCHIDIPITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *