Architè! Ma davero àmo finito???

Traduzione: Architetto! Ma abbiamo finito davvero?

È strano questo lavoro.
Impieghi mesi per fare un progetto.
Intere notti alla ricerca di ispirazione, giornate a disegnare senza indugio le intuizioni. E il Cliente: da comprendere, da assecondare, da sorprendere, e poi da convincere, informare ed, infine, appassionare.
Una volta conclusa la fase di ideazione, si passa alla realizzazione: giunge il momento di individuare l’impresa. Quell’impresa che, con tutti i suoi operai, diventerà la tua compagna di viaggio per i mesi seguenti.
Devono essere persone fidate, perché la realizzazione della tua idea dipende da loro. Tu, architetto, dovrai trovare in loro i tuoi alleati, dovranno amare il tuo progetto quanto lo ami tu.
E poi, il cantiere viene avviato. Al completamento delle demolizioni, già le prime sorprese nello scoprire uno spazio completamente nuovo, una tela bianca sulla quale, di lì a poco, verrà impresso il tuo segno. Impossibile tornare indietro.

Passano i mesi, la casa viene completata.
Lo stupore assale prima di tutto te, che l’hai sempre avuta in testa.
E, quanto più corrisponde a ciò che avevi immaginato, tanto più la sorpresa è grande.
Perché ogni volta, immancabilmente, scoprire che una idea pura possa diventare realtà… beh, questa è la magia del mio lavoro.

Io vedo i miei sogni realizzarsi.
Sogni da toccare. Sogni da vivere.

Per ora, solo un dettaglio. Presto, tutto il resto!
Per ora, solo un dettaglio.
Presto, tutto il resto!

3 pensieri su “Architè! Ma davero àmo finito???

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *