Thom Browne: Tokyo flagship store

THOM BROWNE, WONDERWALL
 

Thom Browne

Va bene, lo ammetto.
Non sapevo chi fosse Thom Browne, finché non mi è caduto l’occhio su questa foto che lo ritrae.
Molto chic nella sua mise con pantalone a vita alta, orlo che scopre una caviglia nuda e stringate senza calzino (o con calzino fantasmino… guardate bene la foto della versione inglese!).
Mio marito, fissato per l’eleganza classica stile Avvocato Agnelli, si sta rotolando sul pavimento dalle risate.
I miei occhi, abituati ai look maschili di Giorgio Armani, stanno sanguinando!!!

Eh, che devo dire… noi siamo italiani, siamo cresciuti con la classe e l’eleganza nelle vene.
Lui invece è un pluripremiato stilista newyorchese della nuova guardia.
E, evidentemente, sono io che non capisco!

Comunque, cadutomi l’occhio sul suo ritratto fotografico, non ho potuto fare a meno di informarmi meglio su di lui e sui suoi negozi monomarca.
La sua prima collezione sfila nel 2009 a Pitti Immagine. Nel frattempo avvia una collaborazione con Moncler Gamme Bleu.
Nel 2010 sfila sulle passerelle parigine, e nel 2011 presenta la collezione femminile. Mostre presso i più importanti musei mondiali e premi… Vogue, GQ, Council of Fashion Designers of America… Insomma, si direbbe uno bravo, no?

Io adoro Moncler, pur ritenendo che abbia prezzi lievissimamente alti!
E guardate un po’ che ci ha combinato il nostro Thom, ispirandosi alla tradizione delle Highland scozzesi.

 

Originale, non c’è dubbio. Interessante il passaggio dalla tradizione all’innovazione tipica di Moncler. Ma chi andrà in giro così abbigliato?

E poi, ci sono le sue collezioni, uomo e donna.

 

 

Robetta giusta giusta per uscire a fare la spesa… Comunque, indubbiamente geniale. E bravo.
Anche se lo preferisco nella collezione donna…

Il primo flagship store di Thom Browne, dopo la sede storica di Tribeca-NY, è stato aperto nel 2013 a Tokyo. Si trova nell’Aoyama district, nello spazio occupato precedentemente dal nostro 10 Corso Como, ed è stato progettato da Masamichi Katayama e dal suo studio Wonderwall.
Secondo Katayama, il design del negozio rispecchia perfettamente la visione e l’estetica dello stilista.
La facciata senza insegne è in marmo grigio, con una sola piccola porta in vetro, che non permette ai passanti di capire cosa vi sia all’interno. Tensione, mistero e curiosità conducono in un interno freddo e sobrio costituito da tre piani collegati da una scala che permette la percezione dell’intero spazio.

 

Avete notato gli arredi di artisti del calibro di Jacques Adnet e Gio Ponti?
Non so, sono perplessa.
Ma davvero il negozio e le collezioni di Browne sono coerenti tra loro???

Credits: Click sulle immagini. Tutte le immagini del negozio sono di KOZO TAKAYAMA.

Thom Browne

 

 

Yes, no doubt. Interesting link between tradition and the innovation typical of Moncler. But who goes around dressed like this?

And then there are his collections, men and women.

 

Credits: Click on the images. All images of this store are by KOZO TAKAYAMA .

0 pensieri su “Thom Browne: Tokyo flagship store

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *