Stella McCartney & APA London

Stella McCartney

È iniziato tutto qualche giorno fa…
Io pubblicavo su Faccialibro l’immagine di una mia richiesta per Natale: la famosa borsa Falabella* di Stella McCartney. Da lì scaturiva un nutrito scambio di opinioni con la mia amica Raffaella di Kitchen Tips, che portava alla nascita della mia ricerca per il post di oggi (Grazie Raffa!).

Stella McCartney, Falabella

Ho così scoperto che anche Stella McCartney ha i suoi architetti di fiducia, lo studio APA di Londra. Sono stati loro a progettare i suoi Flagship Stores di (in ordine rigorosamente alfabetico) Barcellona, Bejing, Brompton Cross, Copenhagen, Harrods, Milano, Las Vegas, New York, Parigi, Roma, Selfridges, Roppongi Hills, Singapore, Shanghai, Stoccolma, Tokyo. Inoltre, le installazioni Adidas by Stella McCartney e CARE by Stella McCartney.
Insomma, considerata la profonda stima che nutro per Stella, devono essere bravi per forza!

APA è uno studio nato nel 2001, con sede a Soho. Come scrivono nel loro sito, il loro obiettivo, fin dall’inizio, è stato quello di essere indipendenti, ottimisti e liberi. Lo siamo ancora e questo è anche il nostro obiettivo futuro. Noi cerchiamo realizzare edifici con un forte scopo, significato ed emozione. La nostra sfida è di mantenere la semplicità e la freschezza dell’obiettivo in ogni progetto che intraprendiamo.

I negozi realizzati per Stella McCartney hanno tutti le medesime caratteristiche.
L’uso sapiente della luce contribuisce a creare un senso di apertura. La perdita della sensazione di peso, dovuta alla sospensione di ogni elemento di arredo, permette allo spazio di dominare. Vetri, specchi, cristalli sono ovunque. Gli arredi, le strutture per appendere gli abiti, le facciate esterne ricorrono in quasi tutte le città.
Ciò che caratterizza tutti gli stores è anche ciò che caratterizza lo stile di Stella McCartney. I suoi abiti sono leggeri, apparentemente poco impegnativi, indossabili di chiunque. Sono abiti che lasciano emergere la personalità di chi li indossa.
Anche la collezione per bambini è estremamente semplice, ma non banale. Sono abiti perfettamente adeguati alle esigenze di piccoli individui già autonomi seppur molto giovani. [Come sto andando, Simona?] Ed il senso di giocosità non manca mai, sia nei sui capi che nei suoi negozi.

Difficile sceglierne uno, ma, in effetti, più di tutti mi ha colpito l’intervento di Las Vegas, per la stretta collaborazione tra la stilista ed i progettisti.
Il negozio si trova all’interno del The Crystals City Center, tra le facciate inclinate di due torri di cristallo. Anche qui, l’esterno è rivestito da piastrelle di ceramica in rilievo a forma di rombi.
Al centro dello spazio si trova un cavallo di cristallo il cui nome, Lucky Spot, è il nome del cavallo di Linda, la mamma di Stella: al di sotto di un soffitto alto 14 piedi, sono appesi a mezz’aria i cristalli che formano un famoso dipinto equestre. Arte, gioia e gioco vengono fusi con le ultime collezioni della stilista.
Il pavimento è realizzato con un disegno a spina di pesce, con colori che variano dal crema al rosso, che accompagna i clienti verso l’interno. Non mancano salotti con classici mobili inglesi e appendiabiti in ottone, così come non mancano i colori rosso, turchese, grigio e legno nella zona dei camerini.

Insomma, che ne dite? Architettura e Fashion… è o non è un binomio perfetto?

* Ringrazio pubblicamente le mie amiche Roberta e Francesca per avere demolito la mia considerazione della borsa Falabella!

Credits: le immagini sono tratte da APA London, Stella McCartneyDezeen.

 

0 pensieri su “Stella McCartney & APA London

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *